QUASAR

gallery Immagini description Descrizione ingombro Icone tecniche

IMMAGINI


Clicca sull'imagine per vedere la gallery

torna su up

DESCRIZIONE

Mod. Quasar 2230 - 2430 - 2650 - 2672

Questa generazione di fustellatrici automatiche beneficia di una tecnologia meccanica altamente robusta, abbinata ad un sofisticato sistema a controllo continuo (CNC). Il touch screen, sviluppato in ambiente Windows, rende estremamente interattivo e facilmente interpretabile ogni singolo comando, sia operativo che funzionale;  la programmazione, ad esempio, è facilitata da una guida grafica rappresentante il significato di ogni singolo valore introdotto. Inoltre la struttura del software ha permesso di creare le tipiche funzioni utilizzate dalla fustellatrice, sottoforma di  routine, selezionabili in modo automatico: CARICO MATERIALE, SCARICO MATERIALE, AUTOREGOLAZIONE, BLOCCO DI SICUREZZA, POSIZIONE DI CARICO E SCARICO DELLA FUSTELLA. Basta un gesto per abilitare una delle predette funzioni: l’operatore è quindi libero, mentre la macchina si posiziona.

Dispositivi di sicurezza
Queste fustellatrici ottemperano alle disposizioni europee in materia di sicurezza, ed in particolare alla Direttiva Macchine 89/392/CEE e successive modifiche ed integrazioni, ed alla norma PR. EN.12044. Dalla zona di prelievo dei particolari fustellati, l’accesso all’area di taglio è precluso da un carter interbloccato con controllo pneumatico di apertura e chiusura o, alternativamente, da una barriera fotoelettrica a sicurezza intrinseca (ESPE). Posteriormente due ripari mobili ad “ala di gabbiano” interbloccati permettono l’accesso alla zona di lavoro della pinza mobile. Nella zona laterale di accesso al piatto tranciante, per la sostituzione della fustella, è previsto un interblocco a microcontatto di sicurezza. Inoltre sono previsti quattro pulsanti di emergenza nelle zone a rischio, interbloccati di potenza, con gli azionamenti dei vari assi ed un freno di stazionamento a sicurezza positiva per la traslazione del carro.

Centralina idraulica
Questo modello è equipaggiato con una centralina idraulica separata dalla struttura della macchina, avente il motore pompa capace di 5,5 kw (Q21-Q24) o 9,3 kw (Q26) che controlla due velocità di discesa, ed altrettante per la salita del piatto tranciante. opzionalmente un dispositivo di protezione acustica, che funge da riparo fonoassorbente del gruppo stesso, è fornibile su richiesta.

Piatto tranciante fisso
Il piatto tranciante è corredato di uno (30 e  35 t.) o due  (72 t.) blocchi meccanici di sicurezza per evitare il danneggiamento del nastro di trasporto. Tale dispositivo si regola automaticamente, in base all’altezza della fustella quando viene richiesta la funzione specifica.

Piatto tranciante rotante (ove previsto)
Il piatto tranciante rotante permette di posizionare la fustella ad angolazioni libere entro i 360°, con risoluzione pari al +- 2/10°. Tale posizionamento è estremamente veloce, quindi abbina alla elevata precisione, la produttività tipica delle fustellatrici automatiche Quasar.

Alimentatore materiale con nastro di fustellatura
Il sistema di alimentazione del materiale è composto da un nastro di trasporto in nylon sul quale l’operazione di fustellatura garantisce un risultato ottimale: taglio netto con la minima sbavatura e ridotta convessità. Una pinza azionata da un motore brushless, con apertura e chiusura pneumatica, garantisce l’avanzamento del materiale, mentre una fissa, collocata il più vicino possibile alla zona di taglio, permette di trattenere lo stesso materiale durante il riposizionamento della pinza mobile al punto di partenza. Opzionalmente è possibile aggiungere un’ulteriore pinza fissa nella zona anteriore, che trattiene il materiale fustellato dopo l’operazione di taglio. Le pinze sono regolabili, sia in apertura che in chiusura, mediante due registri meccanici per ridurne la corsa o la pressione esercitata dalle pinze stesse sul materiale. Due cilindri localizzati sulla pinza mobile assicurano la massima coppia di trazione del nastro nel caso in cui i registri riducano la pressione. Opzionalmente è possibile installare un fotorilevatore del fronte e del fianco del materiale per l’allineamento automatico (escluso DIGI-CUT) in relazione alla posizione del materiale stesso sul nastro di trasporto e la dimensione della fustella o, in alternativa, un proiettore LASER ad infrarossi, che traccia una croce visibile sul nastro per il posizionamento della bobina.

Alimentatore materiale con tavolo scorrevole
Per materiali in lastra, è possibile optare per una fustellatrice attrezzata di tavolo scorrevole in PP o PVC equipaggiato di movimento ceppo eccentrico automatico per lo sfruttamento della propria superficie, al fine di prolungarne al massimo il periodo di utilizzo. Il tavolo, estratto in posizione di carico e scarico, supporta il materiale evitando ogni movimento relativo al sistema di trasporto. Opzionalmente è possibile adottare due pinze posizionate sul fronte e retro del carro traslante in prossimità della zona di taglio.

Carro
Il carro è mosso da un rigido sistema a vite con ricircolazione di sfere (vite RDS) che, oltre a garantire una durata estremamente lunga, permette forti accelerazioni e decelerazioni mantenendo una elevata precisione di posizionamento pari a +- 2/100 di millimetro. Per rendere tale sistema autoregistrante e bilanciato meccanicamente, sono previsti quattro cuscinetti a rulli che sostengono il peso del carro stesso e altri quattro con precarica meccanica che mantengono rigidamente in asse il carro durante lo spostamento. La vite RDS è, inoltre, supportata con il sistema più rigido, a doppio supporto, avente doppi cuscinetti obliqui. Per una semplice manutenzione il cilindro idraulico, le molle di richiamo piatto, la vite RDS e tutti i componenti idraulici, sono accessibili senza lo smontaggio di alcuno degli altri organi principali, riducendo i tempi di manutenzione e semplificandone l’assistenza.

Motori
Le motorizzazioni degli assi, carro, pinza ed eventualmente piatto rotante, sono assicurate da motori con tecnologia brushless. Tali soluzioni permettono di ottenere coppie acceleranti molto elevate, inerzie molte contenute, quindi spazi di ingombro limitati e ridotta manutenzione, grazie all’assenza delle spazzole tipiche dei motori in corrente continua.,A richiesta possono essere forniti gli azionamenti a recupero in rete, con vantaggi economici di consumo energetico.

Controllo
Il controllo numerico Siemens garantisce un elevato livello di automazione e permette alla fustellatrice di renderla modulare e di implementarla, anche dopo l’installazione, con dispositivi accessori quali il piatto rotante o altri dispositivi di carico materiale o scarico pezzi tagliati. il touch screen fornito con la macchina è del tipo industriale, quindi adatto alle tipiche condizioni termiche e polverose degli ambienti di produzione, con installato Windows multilingua per la gestione della fustellatrice QUASAR project che permette, nella configurazione base, di gestire fustelle regolari, multiple e circolari con tre metodi di ottimizzazione. inoltre è disponibile il pacchetto software grafico DIGI-CUT per la gestione ottimizzata del materiale mediante un modulo CAM abbinato ad un modulo di Nesting. Tale prodotto specificatamente disegnato per le fustellatrici QUASAR semplifica le operazioni di piazzamento e ne ottimizza anche il ciclo produttivo, quindi gli spostamenti degli assi, calcolandone il percorso più breve da un taglio al successivo. (Windows e Dos sono marchi registrati dalla Microsoft).

Trave prolungata
Per le fustellatrici modello Q26 è inoltre disponibile una versione avente la trave prolungata, rispetto al basamento sul lato sinistro, per ottenere la raccolta dei pezzi fustellati all’interno della fustella stessa ed evacuarli, quindi, all’esterno con il carro posizionato oltre la sagoma della macchina stessa (basamento). Oppure per effettuare il carico ed ispezione della fustella, in particolari momenti del ciclo produttivo.

torna su up

ICONE TECNICHE


Clicca sull'imagine per vedere la gallery

torna su up

DATI

MISURE A B C
QUASAR  2230 3350 2500 4040
QUASAR 2430 3500 2500 4050
QUASAR 2650

3400

2600 4650
QUASAR 2672 3500 2600 4650

Caratteristiche tecniche e dimensionali:
Technical and dimensional features:

Modello
Model
Q2230
Q2430
 Q2650  Q2672
Potenza massima t.
Maximum cutting power t.
30 50 72
Corsa massima pistone mm.
Maximum cutting stroke mm.
135 150 150
Velocità piatto (veloce/lento/salita) mm./sec.
Platen speed (approach/cut-upstroke) mm./sec.
166/65/280 129/64/193 83/41/111
Velocità traslazione carro mm./sec.
Travelling head speed mm./sec.
1000 667 667
Velocità avanzamento materiale mm./sec.
Material feeding speed mm./sec.
667 667 667
Passaggio massimo materiale tra le pinze mm.
Maximum material useful passage between clamps mm.
1870 1870 1870
Larghezza nastro trasporto materiale mm.
Cutting belt width mm.
1990 1990 1990
Massima corsa utile del carro mm.
Travelling head useful traversing stroke mm.
1590 (600 x 600)
1900 (600 x 600)
1770 (650 x 650) 1570 (800 x 800)
Altezza basamento mm.
Basement height mm.
1000 +/-10 1000 +/-10 1000 +/-10
Luce tra piatto e basamento (indicat.) mm.
Daylight between striking plate and basement (approx.) mm.
162 162 (ACB-ROT)
157 (ACB)
162 (ACB-ROT)
157 (ACB)
Profondità piano di lavoro mm.
Working base depth mm.
930 1060 1060
Altezza massima materiale mm.
Maximum material thickness mm.
120 120 120
Avanzamento materiale mm.
Maximum material feed mm.
840 840 840
Ingombro massimo macchina mm.
Standard machine dimensions mm.
2800 x 4010
3100 x 4010
3025 x 4640 2865 x 4640
Velocità rotazione °/sec.
Rotating plate speed °/sec.
180°/0.5 180°/0.5 180°/0.5
Piattello rotante 360° (risoluzione +/-2/10°)
Rotating cutting plate (risolution +/-2/10°)
0°:360° 0°:360° 0°:360°
Misure piatto rotante mm.
Rotating cutting plate dimensions mm.
600 x 600 650 x 650 650 x 650
Misure piatto (in diagonale) mm.
Cutting plate diagonal dimensions mm.
690 790 790

 

torna su up