BLAZAR

gallery Immagini description Descrizione ingombro Icone tecniche

IMMAGINI


Clicca sull'imagine per vedere la gallery

torna su up

DESCRIZIONE

La fustellatrice in oggetto è così conformata:

• Struttura in acciaio di qualità (designazione S355J2G3 SBM) in accordo a EN 10025+A1 ad elevata resistenza elettrosaldata. In particolare il piatto tranciante subisce un trattamento di “distensione termica” che permette di ottenere una migliore stabilità strutturale e lavorabilità.
la struttura è composta da un basamento al quale sono applicati tutti i dispositivi di movimentazione del nastro di taglio e di bloccaggio delle pinze mobili e fisse.
Al predetto basamento è pure vincolata la trave a “portale” che ospita il/i cilindri di spinta e tutta la componentistica meccanica che sincronizza i cilindri stessi.

Questa famiglia di macchine può essere configurata in tre differenti soluzioni:
- Con un cilindro e gruppo idraulico di comando posto a lato del basamento
questa soluzione è applicabile per potenze nominali fino a 110 t. (1080 KN) e dimensione dell’area di lavoro massima pari a 1600 x 700

- Con due cilindri e gruppo idraulico di comando posto a lato del basamento
applicabile per potenze nominali fino a 200 t. (2160 KN) e dimensione dell’area di lavoro massima pari a 2200 x 1200

- Con quattro cilindri e gruppo idraulico posto nella zona sovrastante il ponte
applicabile per potenze nominali comprese tra 200 e 400 t. (2158 e 4315 KN) e dimensione dell’area di lavoro massima pari a 2200 x 1800

• Cilindri di potenza a doppio effetto con dispositivo di arresto meccanico di sicurezza posizionato assialmente su ciascun stelo. Quando la macchina è equipaggiata di 2 o 4 cilindri, questi sono comandati simultaneamente da un motore e sincronizzati meccanicamente

• Dispositivo di movimentazione del materiale attuato con un motore brushless che agisce su di una vite a ricircolazione di sfere (RDS) solidale alla pinza mobile che preme indipendentemente sul nastro di taglio e sul materiale da lavorare posizionandolo in funzione della dimensione della fustella, quindi del particolare da produrre.
Le pinze agiscono pneumaticamente sia sul nastro che sul materiale; sono corredate di un registro meccanico esclusivamente per l’azione di blocco del materiale da alimentare al fine di evitare una dannosa azione di schiacciamento sul materiale stesso.
La velocità della pinza è adattabile da parte dell’operatore ai fini produttivi o di prelievo delle sagome fustellate.
Il nastro di nylon che funge da dispositivo di trasporto è anche l’elemento di contrasto per l’operazione di taglio. Il nylon è per sua natura rigido ed ideale a contrastare l’effetto meccanico di lacerazione che la fustella imprime durante il taglio dei materiali da lavorare..

• L’operatore controlla le funzioni principali e secondarie mediante un pannello semigrafico con funzione “touch screen”.

torna su up

ICONE TECNICHE


Clicca sull'imagine per vedere la gallery

torna su up